Ho deciso di scrivere queste parole solo per farvi capire quanto io senta questa partita, le scrivo da tifoso non da presidente, dei titoli me ne sono sempre sbattuto!! La finale è per me l’essenza del calcio, non una partita ma LA partita. Non mi importa se sia la coppa provinciale o la coppa campioni, io la chiamo così perchè sono rimasto legato al vecchio calcio, per me è una Coppa e deve finire nelle mie mani. Per me, ragazzi, VINCERE è una rivendicazione di potere, VINCERE equivale ad affermarsi sul nemico. Si, il nemico, io domani sera non avrò avversari ma nemici, VOI non sarete i miei giocatori Voi sarete il mio Esercito. Affermarsi in campionato è bello, bellissimo, ma lo costruisci col tempo, diluisci la gioia grande in trenta piccole gioie. La finale no, quella non da prove d’appello, la finale è una, unica. La finale può farti piangere o godere come un maiale….la FINALE è la finale. Domani VOI rappresentate un piccolo e orgoglioso paese, il macellaio, il barista, il pizzaiolo ed il Parroco, rappresentate Fernando Mazzieri che tiferà per Noi da paradiso,  domani Voi rappresentate Roselle culla dei guerrieri Etruschi e come loro dovrete combattere. Voglio cuore, orgoglio, rabbia e fierezza di essere li, di giocare la Finale. Tutti, dai titolari alle riserve per finire a chi porta le borracce e a chi sarà in tribuna.Ragazzi,  Voi domani rappresentate anche me e la  famiglia Ceri, fatta di gente prepotente ma leale, onesta ed orgogliosa, poco incline a vendere il culo in cambio di miseri favori. Noi, insieme, AVANTI, A TESTA ALTA…ANDIAMO A PRENDERLA!!!!

Simone Ceri

Share Button