Si sono svolte il 28 e il 29 le finali della Coppa Provinciale di terza categoria di Firenze e Lucca. Sono il Centro Storico Lebowski, squadra fiorentina “autogestita” dagli ultras e l’Atletico Forte dei Marmi le vincitrici che accedono alle finali Regionali. Di seguito i commenti relativi alle due finali ed in copertina, una foto degli Ultras del Lebowsky, autentici protagonisti in campo e fuori.

 

CALENZANO: Davanti a un pubblico eccezionale (oltre 600 presenze) il CS Lebowski ha sollevato ieri notte al “Magnolfi” di Calenzano la “Coppa Fringuelli” di Terza Categoria, battendo per 2-1 lo Spartaco Banti Barberino. Vantaggio dei fiorentini nel primo tempo, raddoppio nella ripresa (in cui in mugellani sono poi rimasti in dieci), quindi gol della bandiera nel finale per il Barberino. Grande trionfo per la formazione di Andrea Serrau che adesso – a un passo anche dalla vittoria in campionato – dal 10 aprile affronterà la fase interprovinciale della Coppa (sorteggio il 3 aprile).

 

PONTE A MORIANO. Vince l’Atletico Forte dei Marmi, perde l’Atletico Gragnano che raggiunge per due volte consecutive la finale di Coppa Provinciale ma esce sconfitta in altrettante occasioni.

Entrambe le squadre si schierano con il tridente, quello marmifero risulterà decisamente più ficcante, con Bigicchi riferimento centrale, Pocai a sinistra e il rapidissimo Francesconi sulla fascia destra. I versiliesi hanno avuto diverse occasioni pericolose in area del portiere Perelli, ma nelle azioni pericolose non hanno creato tanto a causa di un terreno assolutamente non praticabile in alcune zone del campo.

L’Atletico Gragnano propone uno schema con Monaci unica punta, supportato dai tecnici Agatiello e Dallari, certo non favoriti dal terreno pesante. Monti è l’esterno mancino mentre Romiti fluidifica sulla destra. Tanti gli assenti per mister Mencarini: Tardelli, Fontani, Ricci e Medick sono ko, Mataluni, Nottoli e Paoli sono squalificati, mentre Borelli e Mencarini sono convocati ma non in condizione.Anche l’Atletico Forte dei Marmi ha i suoi assenti: Giannelli deve fare a meno di Celi e Pucci in mezzo al campo e del portiere Pellegrini, infortunato alla coscia.

Secondo quanto visto nel primo tempo, l’Atletico Forte dei Marmi si è dimostrato più valido dal punto di vista tecnico, come conferma l’azione del gol, arrivato al sesto. Lensi scambia con Bertoni a sinistra, crossa dal fondo per Bigicchi che in mezzo all’area si libera della marcatura avversaria e mette in rete dall’area piccola.

L’Atletico Gragnano fatica a fare arrivare palle ai tre attaccanti, salvo poi riprendere a giocare dopo il cambio tattico di Mencarini che arretra Agatiello per aumentare la manovra e la tecnica in mezzo al campo, con la speranza di innescare la palla giusta per Monaci e per gli inserimenti degli esterni. Proprio un esterno, ovvero Romiti, sfiora il pareggio intorno alla mezzora, ma il suo destro al volo termina a lato di un soffio. Applausi per Perelli e Francesconi. L’esterno calcia magistralmente una punizione sul primo palo, il portiere devia in angolo in tuffo.

Nella ripresa altro cambiamento tattico per l’Atletico Gragnano: difesa a tre guidata da Giusti, dentro Dianda, per un 3-5-2 che vede Dianda affiancare Monaci. Il Forte dei Marmi è trascinato da un ottimo Bertoni Luca in mezzo al campo, ma Monaci al 9′ sfiora il pareggio su assist di Romiti vedendosi ribattere il destro al volo sulla riga di porta. Prende campo il Gragnano, che al 37′ ha un’altra occasione con Agatiello, che dal limite dell’area chiude troppo il destro che sfila sul fondo. Nel finale dentro anche Fioravanti e Mencarini: Atletico Gragnano generoso nelle mischie e capace di mettere paura agli avversari, visto che fioccano anche le ammonizioni ai danni dei versiliesi per la classica “perdita di tempo” sulle palle inattive. Il rosso a Dallari non incide sulla partita (direzione positiva di Picchi), alla fine esulta la squadra di Giannelli, che è vicina all’accoppiata campionato – coppa.

Share Button