Si temeva qualche scherzo da parte dell’Arcidosso, squadra scorbutica, ed infatti ci è voluto un bel pò prima di stroncare definitivamente le resistenze amiatine. Sugli scudi, a nostro avviso, Ferrini che si è dannato l’anima fino al 90′ e Guidoni sempre preciso in difesa e pericoloso nei suoi pochi assalti offensivi.

Cipolloni 6,5: Come sempre poco impegnato ma decisivo almeno in un paio di super interventi;

Maggio 6,5: Sempre al pezzo, ottimo in difesa, un pò meno offensivo del solito;

Guidoni 7: Preciso in tutte le fasi difensive, nasce da una sua “invenzione” il raddoppio dell’ACR;

Ferrini 7: Un martello, non ha mai mollato neanche quando le resistenze fisiche sembravano abbandonarlo;

Artiaco 6: Un pò troppo nervoso, forse fiaccato dalla dura settimana che ha affrontato, ha il grande merito di mettere Panfi a cuccia e di segnare il gol vittoria;

Fanfani 6: Stà in campo con lodevole impegno anche se non svolge a pieno i compiti affidati dal mister (al 70′ Conti 6,5: recupera, lotta e si propone, giocatore duttile e utile;

Gramazio 6,5: Peccato che raddoppi poco sugli avversari per il resto prova matura e di carattere (al 55′ Cosimi 6,5: Gioca col freno a mano tirato ma semplicemente “spacca” la partita)

Giallini 6,5: Non fosse che perde qualche pallone di troppo da quale potrebbero scaturire dei contropiedi per colpa della sua driblomania sarebbe il migliore in campo. Freddo e preciso nel primo gol;

Torti 6,5: Solito immenso lottatore;

Ceri 6: Prende un paio di infilate non da lui, casca troppo facilmente nelle provocazioni avversarie e rischia la gazzarra, per il resto ordinaria amministrazione;

Sclano 6: Troppo poco ficcante in avanti, si guadagna la sufficienza (all’80’ Roseti sv: Le indicazioni sono buone, morde e offre anche un gran bel passaggio in profondità).

Share Button