Si è alzato il sipario sulla Coppa Interprovinciale di Terza Categoria. Nella gara giocata ieri, anticipo del lotto delle partite in programma, la Pontigiana si è imposta per 1-0 sul Barbarasco grazie alla prodezza di Ruggiero. Stasera sono in programma le altre partite. Si tratta di due triangolari (nel primo riposa l’Atletico Forte dei Marmi, nel secondo il Centro Storico Lebowski) e di due accoppiamenti con partite di andata e ritorno.
Ecco il programma e gli orari:
Triangolari
Pontigiana-Barbarasco 1-0
Buona la prima. L’Unione Pontigiana (squadra che rappresenta la Valdinievole in toscana) vince la prima partita delle fasi regionali di Coppa Toscana contro i massesi del Barbarasco. Dopo tanti anni si rivede un Banditori con un pubblico degno delle grandi occasioniPronti via e dopo trenta secondi l’Unione si rende subito pericolosa con Musella che appoggia male in area per l’accorrente Stobbia. Poi sono ancora i ragazzi biancorossi che premano sull’accelleratore con azioni rapide e fastidiose. Su una di queste trovano il gol, azione corale tutta di prima, cross al bacio di Musella che trova Ruggiero con non ci pensa due volte, tiro al volo che si infila nell’angolino per il meritato vantaggio. Al 27′ Stobbia sbuca improvvisamente in area prende il tempo al difensore e di testa colpisce il palo. Gli ospiti si vedono solo con un tiro da fuori area dove è bravo Sorini a deviare in angolo. Nel secondo tempo esce il Barbarasco però non si rende mai pericoloso verso la porta biancorossa, mentre l’Unione cerca di gestire la partita e lo fa benissimo. L’unico pericolo degli apuani è su punizione di Costa che Sorini para in due tempi, mentre da parte biancorossa un liscio in area di Lepori da pochi passi. Dunque una vittoria che entra nella storia di questa neo società. Settimana prossima si gioca Barbarasco – Atletico Forte dei Marmi.
S.Martino-S.Firmina alle 21

Polisportiva Capoliveri – Casteldelbosco 0-2

Polisport Capoliveri: Galletti, Cennamo (65° Cecere), Rovini, Battacone (60° Bianchi), Sarandria, Ottanelli, Martorella, Turoni, Mohamed, Scarfato (80° Ferraiuolo), Behaj (55° Zecchini). A disp. Cignoni. All. Alessandro Pugi.

Casteldelbosco: Vanni, Muro, Necciai, Buti, Morelli, Pertici, Vanni F., Zerboni, Brugnano, Falconi, Merlini. A Disp. Terreni, Ceccarelli, Cappellini, Giglio, Lemmi, Busdraghi. All. Fiumanò Salvatore.

Capoliveri: esce sconfitta nella prima gara di Coppa Toscana la Polisport Capoliveri di mister Pugi dopo una gara giocata a ritmi incostanti e forse, pesantemente condizionata dagli errori di un arbitro, il signor Cascone di Siena, convinto di essere un Dio in terra sceso tra i comuni mortali. Squadre in campo sotto un sole di primavera.

La cronaca: al 12° Falconi spara dal limite esterno e colpisce il palo con Galletti comunque sulla traiettoria. Al 14° altro tiro di Merlini con Galletti che si distende e devia fuori. Il Casteldelbosco avanza il baricentro e il Capoliveri sembra soffrire a centrocampo. Al 22° mister Pugi sposta Cennamo esterno difensivo di destra e avanza Martorella sulla fascia. Queste nuove posizioni sembrano dare più equilibrio alla squadra Capoliverese che si rende pericolosa in due occasioni. Al 39° Martorella dal limite calcia fuori di poco. Al 42° Falconi dribbla e tira al lato. Al 41° il gol sembra cosa fatta. Grande azione a centrocampo che smarca

Martorella sulla destra, il laterale calcia un pallonetto che batte Vanni, ma la traiettoria finisce a lato. Si va alla ripresa sullo 0 a 0. Al 49° CLAMOROSO. Mohamed si invola in area e al momento di tirare rallenta quasi fermandosi, il difensore gli frana addosso. Rigore colossale che l’arbitro, tra le proteste dei giocatori di casa non fischia. A fine gara l’arbitro giustificherà la sua decisione dicendo che Mohamed ha cercato il rigore, quindi il fallo c’era ma era stato cercato dall’attaccante elbano. Ripetiamo: CLAMOROSO. Al 52° il Casteldelbosco passa in vantaggio con una bella azione dei suoi due attaccanti finalizzata da Brugnano. Al 54° la reazione locale si fa sentire con Martorella che di testa batte a colpo sicuro, ma Vanni si supera e devia fuori. 62° grande occasione per il raddoppio pisano, ma Galletti si supera e in due tempi para. 65° colpo di testa di Sarandria alto. 80° l’arbitro ammonisce prima e poi espelle Sarandria, reo di aver brontolato per tutta la gara. Ma lo show del signor Casone non finisce e al 90°, su un takle appena in area, dopo che la palla era stata respinta dalla difesa, fischia un calcio di rigore per la squadra avversaria, a nulla valgono le proteste locali, e Merlini mette il suo sigillo sulla gara.

SAN MARTINO S.FIRMINA 2 – 1

Share Button