Giunto alla soglia delle 40 primavere, anche se a vederlo in campo sembra ancora un fuoriquota, Marco Guidoni sembra aver deciso di dire basta col calcio. Inutile dire quanto grave sarebbe la perdita per l’ACR anche perché risulta impossibile trovare un difensore con tale classe, forza ed esperienza per sostituirlo. Lui è uno che esce dal fango a testa alta, esce pulito come se fosse stato in lavatrice! Certo che pensare a Marco senza il calcio…e viceversa, viene quasi da piangere. Uno che devi rispettare e che tutti rispettano non fosse altro per la carriera che ha fatto, amato dai compagni e temuto dagli avversari, insomma Guidoni è il nostro campione. La speranza, forte, e quella di riuscire a farlo desistere dal compiere questo delitto, quella di riuscire a fargli capire quanto abbiamo ancora bisogno di lui. E poi, Marco, vuoi davvero smettere dopo aver perso una partita, una finale come a Staggia? Credi davvero che la tua carriera possa essere chiusa con una sconfitta? Non scherzare, laveremo insieme l’onta di quella sconfitta con altre vittorie, se solo ce ne darai modo! E poi ti organizzeremo una partita di addio al calcio come si deve, come ti meriti…ma non prima della prossima estate!! Quegli scarpini sono ancora troppo importanti e…pesanti per restare attaccati ad un chiodo…

Share Button