In un pomeriggio ventoso e grigio, l’ACR subisce la seconda sconfitta stagionale. La partita è di quelle da grandi attese e come spesso accade è lo spettacolo a farne le spese. Agli ordini dell’ottimo Signor Pepe di Arezzo, le due squadre si affrontano guardinghe tanto che nell’intero primo tempo si contano un tiro di Falciani di poco a lato ed una parata del portiere Caporali sotto la traversa su tiro da fuori area. A dir la verità nei primi 25 minuti il Roselle prova a fare la partita cercando di creare trame di gioco mentre il Montalcino si affida ad una difesa a quattro con Lopez centrale, giocatore monumentale al quale si conta solo un mezzo errore, con davanti alla difesa Gianneschi che fara arrivare alla difesa proprio poco poco poco. L’ACR dal canto suo conta su una pessima giornata di un Cosimi acciaccato e su un’evanescente Amorfini ma ormai si sa che saremo costretti a fare di necessità virtù per sopperire ad alcuni errori di altrui segretari incompetenti. In apertura di ripresa tocca a super Cipo compiere un mezzo miracolo per deviare una botta da fuori area. Poi succede quello che non ti aspetti: su un traversone basso Gentili sbaglia l’intervento e Foresta, in agguato, ne approfitta e porta in vantaggio i suoi. Il Roselle non reagisce, il povero Falciani davanti fa la guerra ma di palle giocabili poche o nessuna. Poi altro errore in difesa, direttamente su rinvio di Caporali, la palla sospinta dal vento e forse da una spizzata rimbalza e inganna Artiaco e per il veloce Bovini è piuttosto facile superare Montomoli e depositare in rete. Al 90esimo, Ingrossi subentrato ad Amorfini accorcia le distanze ed al 93esimo, nel forcing finale, la palla giunge a Cosimi dentro l’area di rigore…il Golden Boy conferma la sua giornataccia con un moscino che sembra più un retropassaggio che un tiro in porta. Finisce così 2 a 1 per il Montalcino con i padroni di casa a festeggiare sotto i propri tifosi, che sulle note di una canzone paliesca, dei loro padroni senesi, irridono gli sconfitti. Ora lasciamo che i nostri numerosi detrattori, e non ci riferiamo certo agli avversari, godano il più possibile della nostra sconfitta, dei nostri sperperi e della poca passione che c’è intorno al Roselle, noi accontentiamoci del duro lavoro, del sudore e di quant’altro possa riportarci alla vittoria prima di subito…mercoledì sotto col turno di Coppa a Porto Ercole e poi di nuovo fuori al Casotto…passi falsi vietati.Avanti ora ACR!!

Share Button