La prima intervista di questa nuova stagione spetta allo sfortunato Tommy Gentili, colonna difensiva dell’ACR fermata circa un mese fa da un grave infortunio al ginocchio che lo terrà fuori per l’intera stagione. Operato un paio di settimane fa dall’equipe del Professor Gigli, Tommy sta lavorando sodo per ridurre al minimo i tempi di recupero. 22 anni e mai prima d’ora sceso sotto la promozione, Gentili si è subito calato nella nuova categoria con impegno ed entusiasmo ed ora che è infortunato non manca di sostenere i suoi compagni in ogni contesa.

Tommaso, per prima cosa come stai?

Abbastanza bene,piano piano mi sto riprendendo!Devo dire che la prima settimana è stata dura ma adesso che il dolore se ne sta andando posso finalmente cominciare a lavorare per tornare in campo!

 Per la prima volta in carriera hai accettato di scendere in seconda categoria. Cosa ti ha spinto a farlo? Sei pentito?
Quest’anno ho fatto questa scelta,l’anno scorso ero sceso di 1 categoria,quest’anno di altre 2!È stata una decisione importante,ma anche veloce da prendere perché un progetto come quello dell’ACR non te lo propone nessuno,forse tra i professionisti!!È pesata tanto la figura di Fabio Falciani che per portarmi all’ACR ha dato il suo contributo e non me ne sono pentito affatto,tornassi indietro non chiederei neanche quei 2/3 giorni che chiesi al Presidente per pensare,direi subito si!

Cosa pensi della categoria e della Società?

Sfortunatamente ho avuto poco tempo per conoscere la categoria a causa del mio infortunio che mi terrà fuori per tutto il campionato!Per quel poco che mi sono reso conto in campo posso dire che il campionato è molto livellato,con 5/6 squadre che lotteranno per vincere il campionato o per eventuali play off ma anche le altre squadre sanno il fatto loro,ogni domenica può succedere di tutto!
Della società posso solo dire che ha una mentalità vincente e da professionista perché non fa mancare veramente niente ai propri giocatori a partire dagli allievi fino alla prima squadra e una società così può solo vincere e spero di vincere tanto assieme all’ACR!

Delle squadre viste fino ad ora qual e quella che ti ha più impressionato?

Sicuramente il Montalcino per il percorso che sta facendo fino adesso!Una squadra quadrata,con giocatori di esperienza e fino a qui quest’esperienza è pesata ma noi dell’ACR secondo me siamo superiori, siamo incappati in una giornataccia a Montalcino e abbiamo perso ma al ritorno saremo ancora più forti, più compatti e più squadra e, ovviamente, vinceremo!

Ti sei guadagnato la copertina del calendario ACR 2014, per te ha significato?

Sono felicissimo!!Tra l’altro non ho ancora visto il calendario ma solo la copertina,comunque per me è motivo di grande orgoglio, perché sento la vicinanza della Società che non mi ha mai abbandonato in questo momento difficile ma anzi si è comportata come una vera famiglia e posso solo ringraziare perché sono in debito con l’ACR, gli devo tanto e lo dimostrerò appena potrò tornare in campo!

Ti era mai capitato di lavorare per una Società cosi antipatica? Che ne pensi?

Di solito le società ambiziose che vogliono vincere e che hanno la possibilità di allestire squadre importanti rimangono antipatiche e l’ACR è una di queste! Tante compagini non hanno la possibilità di fare quello che fa il Presidente che è l’anima dell’ACR e solo chi ha la possibilità di starci dentro si rende conto di cosa vuol dire! Comunque per me è stimolante lavorare in una Società che rimane antipatica perché siamo sempre sulla bocca di tutti e per quanto ne parlino bene o ne parlino male chiunque vorrebbe giocare nell’ACR!

Cosa ti senti di dire ai tuoi compagni ora che non puoi combattere accanto a loro?

Per me è durissima stare lontano dal campo da calcio,vedere i miei compagni correre lottare soffrire gioire e vincere senza che io possa fare niente per aiutarli!! La squadra è come una seconda famiglia per me e la famiglia non si abbandona mai!! Ai miei compagni dico che sono forti, i più forti, più forti delle chiacchiere e delle critiche,che sono ragazzi vincenti e  a fine campionato saranno primi,me lo hanno promesso e io mi fido di loro!! Guerrieri in bocca al lupo, io sono sempre a tifare per voi, spaccate tutto, siamo finti!! Concludo ringraziando la Società e in particolare Simo,che mi ha trattato e mi tratta come un figlio! FORZA ACR!
 
A noi non resta che aspettarti…torna presto Tommy!

 


Share Button