La delusione cocente della sconfitta casalinga contro il Montalcino è ormai alle spalle. 6 partite ci separano dal traguardo, sei partite da giocare col coltello tra i denti, 6 finali che dovranno essere affrontate al meglio, con rabbia, concentrazione e cattiveria ed al termine delle quali tireremo le somme. I quattro punti che ci separano dal Montalcino sono tanti, tantissimi, se si considera che i “ragazzi del Brunello” sono ancora imbattuti e sembra impossibile, a questo punto, sperare nei loro passi falsi. Ma finchè la matematica non ci condanna è d’obbligo crederci. Se mai dovesse accadere che i nostri rivali dovessero lasciare qualcosa per strada, noi dovremmo essere li pronti a raccogliere quell’inattesa fortuna. Il calcio è il gioco più bello del mondo anche perchè, spesso, è imprevedibile. E se non dovesse andare come speriamo, pazienza, avremo dato vita ad un testa a testa fantastico, macinato punti su punti e soprattutto, MAI MOLLATO. Il secondo posto, evitando i play off nel girone, ci porterebbe alla finale regionale con la vincitrice dei play off del girone H (ma anche qui il CS Lebowski conta 12 punti di vantaggio sulla terza, il Settimello, che però deve recuperare una partita) e vincerla, dati i punteggi di “merito”acquisiti in questi 2 anni, significherebbe passaggio in prima categoria di ufficio. Dunque dobbiamo giocare le nostre carte fino alla fine, sbagliando poco e lottando tanto!! Ma un imperativo deve impossessarsi dei giocatori dell’ACR: NOI NON MOLLIAMO!!

Share Button