Era il giorno dello scontro al vertice, il giorno in cui la Nuova Grosseto veniva a farci visita per tentare il sorpasso, era il giorno della battaglia ed i nostri ragazzi hanno risposto presenti! La Nuova ha dato prova di essere davvero un’ottima squadra, completa in ogni reparto, tosta e battagliera. Ma il Roselle ha interpretato tutto nel migliore dei modi, con grinta e infinito orgoglio, ed ha portato a casa l’intera posta. Dopo appena dieci minuti, Minucci insacca sottomisura in seguito ad un corner. Ma la Nuova a tutto pensava fuorchè ad arrendersi. I ragazzi di Bernabini hanno macinato forte in mezzo al campo, guadagnando campo con Naso e Galloni che in uno forse due occasioni hanno graziato Marrocolo. Al 40 arriva il pari degli ospiti, con una strana punizione da 25 che rimbalza davanti a Marrocolo e lo inganna. Al riposo sull’ 1 a 1, spetta al Mister fare la voce grossa per invitare i ragazzi a lasciare i timori fra le mura ed iniziare a mostrare i muscoli. La partita cambia…la Nuova arretra, vacilla, l’ACR è un fiume in piena, un leone che ruggisce. Lew gambette di capitan Gaudio ne sono l’esempio quando dopo 50 metri di rincorsa, arpionano il pallone ad un avversario sulla tre quarti difensiva e rilanciava l’azione….fantastico! Dietro l’ACR erge la cortina di ferro…Emiliani e Lancioni chiudono tutto, il teutonico Giangrande rinvia avversari e palloni con la stessa facilità…Minucci versione Bale spinge e arretra come un inesauribile stantuffo. Schiavo e Di Fiore governano la mediana con quantità e qualità, Polla, e Gaudio lottano ovunque e contro chiunque, così come Ismail Kasa ed il suo sostituto Albertini…Rosi è una serpe pronta a colpire. Corre il 60 quando in piena bagarre in area, lo zampone di Rosi irrompe e porta in vantaggio l’ACR…dopo appena 5 minuti Minucci ancora da due passi assesta il colpo del KO. Sul tre a uno tocca anche a Fregoli e Nardi affilare i tacchetti per aiutare la squadra a portare in porto il risultato sostituendo Giangrande e Polla. La Nuova non può nulla contro una prova maiuscola come quella offerta oggi dai nostri giovanotti…GRAZIE RAGAZZI…ORGOGLIOSI DI VOI!!

Di seguito le nostre personalissime valutazioni:

Marrocolo 6,5: Beffato da una punizione non irresistibile, si rifà con un paio di uscite in presa alta molto importanti;

Giangrande 7,5: su di lui rimbalzano palloni ed avversari indistintamente…da quella parte non si passa, così è deciso…il guerriero teutonico non teme confronti…se non fosse in ritardo di quasi 30 anni si potrebbe pensare che Briegel, difensore della Germania e del Verona tricolore, gioca ora nella Juniores del Roselle (al 75 Fregoli: orgogliosa presenza);

Minucci 7,5: maramaldeggia sulla fascia sinistra, spinge e ripiega, arriva sul fondo e crossa…segna addirittura due volte…come on Garret;

Emiliani 8: inutile bussare qui non aprirà nessuno cantava Celentano…oggi parole e musica made in Bombetta;

Lancioni 7,5: impeccabile…con Emiliani sembrano ricreare uno di qui duetti tipo Starsky e Hutch tanto famosi negli anni ottanta per essere invincibili e ineffabili;

Di Fiore 7,5: a centrocampo è il padrone…il governatore…punto e basta;

Schiavo 8: gigantesco è la parola giusta…l’unica cosa che sbaglia è chiedere di essere sostituito a 10 dalla fine…richiesta chiaramente respinta. Fino alla fine, qualità e quantità al servizio dei compagni;

Polla 7:  l’ex di turno non è al meglio ma mette giù tanta di quella rabbia che potrebbe schiacciare chiunque. Chissà se si saranno pentiti di averlo lasciato partire…(al 85 Nardi sv: orgogliosa presenza)

Rosi 7: prima del gol sembra bloccato…da gol in avanti diventa inarrestabile;

Gaudio 7,5: rincorre, recupera, protegge, rilancia…è il Capitano e riesce bene a dimostrarlo;

Ismail Kasa 6,5: Primo tempo timoroso…nei 15 minuti del secondo tempo prima della sostituzione autore di pregievoli giocate e recuperi anche se non è la sua miglior giornata (al 60 Albertini 7: deve fare la guerra per alleggerire Rosi e non si tira indietro…non è un caso che dopo pochi minuti dal suo ingresso…Rosi, libero, insacca);

Ora l’importante è continuare a macinare facendo tesoro di quanto “squadra” questi ragazzi siano stati oggi…duri e puri…come gli eroi dei fumetti…o le vecchie bandiere di un calcio ormai finito…ora tutto è in mano vostra…correte forte…senza tregua…fino alla fine!!!

Share Button