E’ proprio il caso di dirlo! La risposta del pubblico grossetano è stata fantastica quanto inattesa. Oltre 500 spettatori hanno assistito ieri alla gara, un numero importante per l’AC Roselle. Il sospetto che tante presenze siano legate alla speranza di un cambio di casacca per dirla in poche parole, è scontato, chi ha vissuto lo stadio per anni riconosce facilmente le vecchie facce col cuore biancorosso, ma di fronte ad una manifestazione di affetto come quella di ieri non puoi non toglierti il cappello e gridare grazie Grosseto! Il dispiacere è non essere riusciti ad entusiasmare quel pubblico…non averlo fatto emozionare! I sussulti si contano sulle dita di una mano….dita che avanzano per contare i nostri tiri in porta…ed avanzano anche per le scivolate e gli interventi ruvidi che tanto piacciono ed esaltano quasi come un gol! Probabilmente il caldo…lo stadio e la posta in palio che era troppo alta per rompere equilibri e schemi già all’andata…questa le uniche spiegazioni ed attenuanti da concedere all’ACR per aver disputato una gara con poca anima…quasi dimessa. Insomma noi anche a teatro dobbiamo andarci con gli anfibi…non siamo gente da mocassino. Ora proviamo a prenderci la qualificazione in casa loro, con le unghie e coi denti…col sangue e la rabbia che hanno sempre contraddistinto le nostre imprese. Sperando poi, se passeremo, di riavere tanti grossetani allo Stadio…e di poter regalare loro le emozioni che meritano. Per ora…col cuore…Grazie Grosseto!!!

Share Button